06 settembre 2023
News, Progetti,
inCONTRO. Call per Artist3 – iscrizioni chiuse
By Paola Asproni

Nell’ambito del progetto Orizzonti, coordinato dal Centro studi Piero Gobetti con Arci Torino, Istituto Antonio Gramsci, Unione Culturale Franco Antonicelli,  in collaborazione con il collettivo di arti visive e multimediali Stasis, il Polo promuove inCONTRO. Call per artistɜ.

Che cos’è il progetto Orizzonti?

Il progetto Orizzonti riguarda tre esperienze sociali e politiche che hanno contrassegnato il nuovo millennio: il Movimento dei Movimenti (alle cronache noto come movimento no-global), il movimento studentesco dell’Onda, il movimento No Tav.

L’obiettivo del progetto Orizzonti è indagare la partecipazione politica che ha preso corpo nei movimenti dall’inizio del secolo a oggi, attraverso un’azione di ricerca che sarà volta ad approfondire tre assi trasversali, snodi problematici per comprendere le esperienze del passato e per concepire le prospettive del fare politica oggi.

I corpi, la cui dimensione ha assunto e assume tutt’oggi un’intensità particolare nelle forme della politica contemporanea, dove si fa uso dei propri corpi in termini direttamente politici, esponendoli nelle piazze, usandoli come strumenti di ostruzione, disponendoli per riarticolare gli spazi e rappresentandoli in modo da moltiplicarne il potere simbolico.

Gli spazi, in cui organizzarsi, in cui mobilitarsi, ma anche gli spazi virtuali o quelli simbolici, la geografia dei territori.

Le visioni, che hanno portato alla nascita dei movimenti, visioni che hanno orientato le capacità di lettura del mondo contemporaneo e le azioni.

Il progetto sceglie di mettere al centro del suo essere il lavoro di tre giovani ricercatricɜ a cui siamo statɜ affiancatɜ come collettivo Stasis, con il coordinamento del comitato Arci Torino, per curare la call e la selezione delle artistɜ che rappresenteranno le ricerche.

In cosa consiste consiste la call?

L’obiettivo della call è quello di selezionare tre illustratricɜ e un’artistɜ multimediale rispettivamente per la realizzazione di:

  • Tre opere che illustreranno ciascuna ricerca
  • Un’opera multimediale sul tema del progetto

Dove finiranno le mie illustrazioni?

Le opere realizzate dalle artistɜ selezionatɜ andranno a illustrare un progetto editoriale curato e distribuito dall’officina editoriale Morsi nata nel 2020 dall’idea di un’illustratrice, Giulia Pavani, che ha scelto di raccontare il presente attraverso fumetti, graphic journalism, graphic novel e progetti illustrati realizzati da giovani artistɜ under 30.

Dove finirà la mia opera multimediale?

L’opera multimediale verrà restituita in occasione di un evento pubblico di presentazione del volume illustrato la cui direzione artistica sarà curata dal nostro collettivo. L’evento si terrà a gennaio 2024 presso il Polo del ‘900 alla presenza degli enti e delle ricercatorɜ coinvoltɜ.

Quale può essere il mio contributo?

Come ricercatricɜ cerchiamo di confrontarci con i limiti della nostra conoscenza e su come questa sia sempre situata rispetto al contesto e alle biografie che la elaborano. Nel processo di ricerca non sempre iniziamo ad indagare un fenomeno avendo una chiara idea delle persone e degli aspetti che si incontreranno. Si è vero, magari si è letto di loro quando ci è stato chiesto di studiare i corpi, gli spazi e le visioni dei movimenti sociali contemporanei. Magari queste dimensioni le abbiamo incontrate e vissute in precedenza, eppure qualcosa ci sfugge.

Più ci immergiamo nelle nebbie del campo, più ci troviamo di fronte alla possibilità dell’incontro, più la ricerca può improvvisamente cessare di essere un’esplorazione entusiasmante e trasformarsi in un processo fragile, caratterizzato da squilibri di potere, attraversato da ogni sorta di implicazioni etiche legate al nostro posizionamento. Siamo convintɜ che per comunicare queste sensazioni sia essenziale trasmetterne il carattere intuitivo e affettivo chiamando in gioco la sinergia tra più linguaggi espressivi. Cerchiamo quindi nell’illustrazione e nel rapporto con le artistɜ un mezzo per diradare la nebbia e comunicare come, partendo dal nostro posizionamento, negoziamo l’incontro con l’altrǝ mettendone in discussione il significato e la rilevanza. Cerchiamo un confronto con un diverso linguaggio che ci aiuti a interrogarci e a esprimerci su diversi aspetti: perché abbiamo deciso di entrare in campo? Perché lo abbiamo fatto qui, con queste persone e questi spazi? Perché facciamo ricerca e cosa vogliamo ottenere con essa?

Come partecipo?

Per partecipare alla call inCONTRO compila il form a questo link in cui, oltre a informazioni e materiali sul tuo progetto artistico, ti sarà richiesto quale delle ricerche vorrai illustrare (nel caso in cui ti candidi per l’opera multimediale ciascuna delle ricerche dovrà essere oggetto di ispirazione) e di condividere delle bozze di idee sulla base del materiale di ispirazione che troverai nelle cartelle dedicate ad ogni ricerca: note di campo, testi, registrazioni, foto, video, etc.

La candidatura non prevederà la consegna dell’opera finita. Oggetto della valutazione sarà la compilazione del form.

Le iscrizioni apriranno in data 6 settembre e chiuderanno a mezzanotte del 27 settembre.

La data di scadenza per le iscrizioni è stata prorogata a lunedì 2 ottobre, alle ore 12. 

Ci sono dei requisiti di partecipazione?

La partecipazione alla call è aperta a tuttɜ le artistɜ fra i 18 e i 35 anni.

Chi e come valuterà la mia candidatura?

La candidatura verrà valutata in relazione all’attinenza con gli obiettivi delle singole ricerche, in particolare rispetto alla capacità di contribuire alla rappresentazione critica e situata delle tre declinazioni tematiche trattate: spazi, corpi e visioni. Verranno quindi valutate positivamente le opere capaci di trasmettere il carattere socialmente prodotto di queste dimensioni attingendo dall’esperienza e dalle visioni personali dell’artistǝ.

A tal fine la commissione sarà guidata dalle ricercatricɜ, affiancatɜ. da componenti del nostro collettivo e degli enti coinvolti nel progetto Orizzonti.

Cosa avverrà se sarò selezionatɜ?

Le artistɜ selezionatɜ entreranno in contatto con le ricercatricɜ per elaborare in dialogo le loro opere nell’arco del mese successivo. Il processo di collaborazione seguirà queste tempistiche:

  • Apertura call: 6 settembre
  • Chiusura call: 27 settembre
  • Comunicazione risultati: 4 ottobre
  • Incontro con ricercatorǝ: 9 ottobre
  • Consegna illustrazioni: 9 novembre

I tempi di lavoro potranno essere soggetti a modifiche in base alle evoluzioni del progetto.

Quale sarà il riconoscimento per il mio contributo?

Oltre alla pubblicazione delle illustrazione e la restituzione pubblica dell’opera multimediale le artistɜ. riceveranno un contributo economico pari a 300 euro.

In capo a chi resterà la proprietà intellettuale delle opere?

La proprietà intellettuale delle illustrazioni sarà trasferita all’officina editoriale MORSI, mentre la proprietà dell’opera multimediale resterà in capo all’artistɜ.

 

Articoli correlati
03 giugno 2024
Esperienze di Ludic History, didattica della storia e Gamification
27 maggio 2024
‘900 in gioco
27 maggio 2024
Yoga dal Novecento a oggi. Lezioni, esperienze, meditazioni