Mare
Progetto
Mare

Nel corso del 2023 un gruppo di enti partner del Polo del ’900 ha riflettuto sul tema del mare come spunto di ricerca e produzione culturale.

Si è trattato di tornare a ragionare, da una prospettiva diversa e meno consueta, su alcune questioni centrali nella riflessione tra Novecento e contemporaneità: le migrazioni, il colonialismo, il Mediterraneo come luogo di scambio di saperi, culture e merci, ma anche di militarizzazione delle acque territoriali, di separazione tra il nord e il sud del mondo, di respingimento e di naufragi. A ciò si è aggiunta una specifica attenzione all’emergenza ambientale relativa a un mare ogni giorno più inquinato, in particolare dalle plastiche che ne mettono a rischio l’intero ecosistema.

Tra le molteplici rotte precorribili per esplorare questo elemento, fisico e concettuale, così essenziale allo sviluppo della storia umana, gli enti del Polo hanno scelto di occuparsi del mare come spazio di transito, tentato o riuscito, di corpi e merci, e di lavoro sulle navi e nei porti. Lo fanno con un fitto calendario di appuntamenti, in un mese di programmazione dedicata, dal 28 settembre al 28 ottobre, lungo due principali direttrici:

 il rapporto tra mare e Oltremare, per proseguire il lavoro di ricerca sulla storia del colonialismo italiano ed europeo e sull’evoluzione degli studi postcoloniali già avviato negli scorsi mesi dal Polo del ’900;

  i porti come punto di incontro tra la storia degli esseri umani e la storia del mare, con una specifica attenzione alla contemporaneità e alla “catena del valore globale” delle merci che nella logistica portuale e marittima trova uno snodo fondamentale.

Questi temi saranno affrontati con linguaggi diversi, dal cinema al teatro, all’arte

Il progetto è coordinato dall’Unione culturale Franco Antonicelli, in collaborazione con Archivio nazionale cinematografico della Resistenza, Associazione nazionale combattenti e reduci, CSC-Archivio Nazionale Cinema Impresa, Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci, ISMEL, Istituto di studi storici Gaetano Salvemini, Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti”, Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino, Job Film Days e Centro Studi Sereno Regis.

Un fitto calendario di appuntamenti, in un mese di programmazione dedicata, che si svolgerà tra il 28 settembre e il 28 ottobre.
Il programma completo
Spettacolo/Perfomance,
IDROGENO
giovedì, 28 settembre
19.00h
Mare
Apertura mostra Archeoplastica
giovedì, 28 settembre
18.30h
Mare
Proiezione,
Tied (Deménoi) di Tassos Morfis
sabato, 30 settembre
15.30h
Mare
Proiezione,
Résistantes di Fatima Sissani
giovedì, 05 ottobre
18.00h
Mare
Proiezione,
Deadweight di Axel Koenzen
sabato, 07 ottobre
17.00h
Mare
Proiezione,
Nuit obscure – feuillets sauvages (Les brûlants, les obstinés) di Sylvain George
giovedì, 12 ottobre
19.00h
Mare
Incontro,
Masterclass con Sylvain George
sabato, 14 ottobre
15.30h
Mare
Incontro,
Il mediterraneo con gli occhi dell’arte contemporanea
giovedì, 19 ottobre
18.00h
Mare
Proiezione,
Il pianeta in mare
sabato, 21 ottobre
15.30h
Mare
Incontro,
Underground Europe
giovedì, 26 ottobre
18.00h
Mare
Incontro,
La rivoluzione dei container fra terra e mare
sabato, 28 ottobre
15.30h
Mare